Trattamento Osteopatico

A cura Antonio Furfaro

Per info e Appuntamenti: 3356051988 – antonio.osteopathy@gmail.com

 

CHE COS’E’ L’OSTEOPATIA

L’osteopatia è un sistema di diagnosi e trattamento che, attraverso manipolazioni e manovre specifiche, si propone di prevenire, valutare e trattare disturbi che interessano il nostro corpo nella sua globalità. L’esperienza ci suggerisce e il ragionamento clinico conferma che la causa del dolore può risiedere in un’altra zona rispetto a dove si avverte il disturbo e che rilevanti fattori sociali e psicologici possono contribuire a mantenerlo in essere.

Corpo, mente e spirito sono gli elementi fondanti del nostro essere; il loro buon funzionamento e la loro influenza reciproca assicurano il corretto funzionamento dell’intera struttura.

Se una qualunque zona del corpo va incontro ad una perdita della sua corretta mobilità (lesione osteopatica), l’organismo reagirà a tale disequilibrio creando delle zone di compenso e di adattamento corporeo ad alto dispendio energetico e quindi non favorevoli al suo benessere generale.

Il compito dell’osteopata non è di guarire il sintomo, ma è quello di eliminare gli ostacoli alle vie di comunicazione del corpo al fine di permettere all’organismo, sfruttando i propri fenomeni di autoregolazione, di raggiungere la guarigione.

 

CHE COSA TRATTA

Spesso chi si rivolge all’osteopata lamenta dolori di tipo muscolo-scheletrico. Sebbene sia vero che questo tipo di terapia manuale sia efficace nel gestire problematiche strutturali e biomeccaniche, non dobbiamo dimenticare che ad esse possono associarsi alterazioni funzionali dei visceri e del sistema cranio sacrale e che esse stesse possono essere la causa del dolore muscolo-scheletrico.

L’osteopatia interviene su persone di tutte le età, dal neonato all’anziano, alla donna in gravidanza.

Si rivela efficace in diversi disturbi che spesso affliggono l’individuo impedendogli di poter condurre una vita serena: cervicalgie, lombalgie, sciatalgie, artrosi, discopatie, cefalee, dolori articolari e muscolari da traumi, alterazioni dell’equilibrio, nevralgie, stanchezza cronica, affezioni congestizie come otiti, sinusiti, disturbi ginecologici e digestivi.

LE TECNICHE

Il trattamento osteopatico si avvale di varie tipologie di tecniche rivolte ai diversi distretti del corpo in funzione delle necessità terapeutiche. Le tecniche strutturali, ad esempio, mirano a ripristinare la libertà articolare, di rilevanza sia dal punto di visto della trasmissione delle forze biomeccaniche sia per la corretta emissione e ricezione degli impulsi nervosi. Le tecniche cranio-sacrali, agendo sul movimento di sincronia fra le ossa del cranio e del sacro, sono dedicate a ristabilire il normale “meccanismo respiratorio primario”, responsabile della vitalità dell’organismo e delle sue capacità di reagire con efficacia agli stimoli stressogeni. Le tecniche viscerali, attraverso il rilascio di tensioni dei tessuti connettivali che avvolgono e sostengono i visceri, permettono a quest’ultimi di ritrovare la propria mobilità fisiologica indotta dalla dinamica dei diaframmi.

LA MIA VISIONE

Io credo che l’osteopatia abbia il potenziale di aiutare le persone a cambiare la propria vita, non solo gestendo malattie e disturbi dolorosi, ma anche aiutandole a scoprire nuovi modi per innalzare e mantenere il proprio livello di benessere.

Secondo la filosofia osteopatica la salute si basa sulla capacità naturale dell’organismo umano di adattarsi ai cambiamenti che provengono dall’ambiente e, aggiungo io, di assecondare l’espressione delle necessità di cambiamento che provengono dal nostro mondo interiore.

Ma che cos’è davvero un sintomo? E come si colloca all’interno del nostro percorso evolutivo? Quando siamo fuori equilibrio in una qualsiasi area della nostra vita (emozionale, fisica, mentale, energetica) emergono alla soglia della nostra percezione sintomi, più o meno dirompenti, allo scopo di farci tornare ad una nuova situazione di equilibrio. Potrebbe essere un semplice senso di insoddisfazione, o un dolore alla schiena o al petto. Qualunque esso sia e proporzionalmente alla sua intensità, la nostra vita subisce improvvisamente una deviazione: ci sono cose che non possiamo o non vogliamo più fare e siamo fisiologicamente spinti verso uno stato di apparente passività, una sorta di gestazione, un nucleo protetto dove poter far emergere in sicurezza quello che sentiamo in profondità. Forse ci sarà la necessità di cambiare qualcosa nella nostra vita, forse sarà più importante e prioritario apportare un cambiamento interiore nella nostra percezione. Nel contesto descritto appare evidente che la resistenza è il nemico della via della guarigione.

Durante il trattamento ti accompagnerò in uno stato di non resistenza dove poter svincolare le risorse energetiche stipate nei tessuti in lesione e veicolarle verso la riattivazione dei maccanismi intrinseci di autoguarigione. Questo porterà con sé la possibilità di espandere la tua percezione e di intraprendere nuovi percorsi più in linea con la tua anima e con lo sviluppo delle tue potenzialità.